Pagina:Opere scelte di Ugo Foscolo I.djvu/57

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
20

da molti amici di lui, non solo ottenere copiose notizie, ma anche procacciarvi l’esame delle tante carte lasciate da lui morendo all’ottimo canonico Riego, fra le quali avreste trovato autentici materiali per l’opera vostra; 3. perchè mancando di documenti necessari, e delle necessarie notizie per iscrivere delle storie, bisognava scrivere dei romanzi, i quali permettono impunemente libero campo alla nostra immaginazione, senza costringerci scrupolosamente alla verità.

E qui porrò fine a questa mia lettera, trascrivendovi un passo del discorso tenuto nell’Ateneo di Venezia dal professore de T... sulle opere di Ugo Foscolo.

«Forse a taluno sembreranno troppo severe queste nostre parole, ma non possiamo nascondere la giustissima indignazione da cui siamo stati penetrati alla lettura della vita di Ugo Foscolo dettata dal Pecchio.

Non già il desiderio di rendere qualche tributo di quella amicizia, che a lui per molti anni lo legò, e di adempire all’ufficio pietoso di un esule verso un altro esule, consigliò il Pecchio di scrivere, ma bensì la smania di far pompa di erudizione in digressioni così lunghe che occupano il posto principale del suo lavoro. E pazienza che