Pagina:Osservazioni intorno alle vipere.djvu/22

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
24 OSSERVAZ. INT. ALLE VIPERE

ed i Cantanbanchi senza pericolo si fanno mordere dalle Vipere, onde non potè Cleopatra con un solo Aspido far morir Nacra, e Carmione sue Damigelle, e poscia ammazzar se medesima, e tanto più, che spesso questo animaletto nel primo morso si rompe i denti. Aggiungasi, che dopo la morte di Cleopatra non si trouò in quella stanza il micidial serpente, ed ognun sa il naturale aborrimento, che anno le donne tutte a vedere, non che a maneggiar le serpi; e non importa niente, che nel trionfo d’Augusto fosse veduta in Roma l’immagine di Cleopatra con un’Aspido in mano in atto di ferirle il braccio, perchè ciò si fu uno scherzo dello Scultore, o del Pittore, il quale in altro modo più evidente non poteva mostrare al popolo, qual maniera di morte quella Reina si era eletta per fuggire la schiavitudine del vincitore Augusto. Licenze non dissimili si pigliano bene spesso i moderni Pittori, e fra l’altre in questo proposito Pier Vettori gli biasima, perche dipingono Cleopatra morsa dall’Aspido nelle mammelle, narrando Plutarco, Properzio, Paolo,