Pagina:Pancaldi - Sulla rete delle strade ferrate del Nord Ovest dell'Italia, 1856.djvu/20

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
334 sulla rete


sulle rispettive località onde far coscienziosamente e con imparzialità la scelta della linea che meglio convenga, operazione che bisogna sollecitare per definire come primo capo l’andamento della Ferrata da Ferrara a Bologna, da chiederne la concessione al Governo Pontificio.

29.° Ma sarà poi così facile l’effettuare la costruzione e l’attivazione di una Strada Ferrata da Padova per Ferrara a Bologna, e la concederanno i Governi interessati del Regno Lombardo-Veneto, e dello Stato Pontificio? Ma sarà poi produttiva questa strada a modo da trovar Società industriali che assuman l’impegno di effettuarla, e trovandosi, non incontreran ostacoli per parte della grande società rilevataria delle Strade Ferrate Lombardo-Venete, e della centrale d’Italia? Ma non vi sarà sempre la interruzione del Pò grande che separa la linea da Padova a Bologna in due parti? Ma per finirla, se mai per caso (inverosimile però) non si effettuasse, o si ritardasse di qualche tempo la costruzione del tratto di strada da Padova per Rovigo al Pò, si potrebbe in tal caso sostenere da se solo l’altro suo tratto dal Pò per Ferrara a Bologna? Ecco in breve la risposta a tutti questi Ma, che potranno suscitarsi,

30.° Non può incontrare alcun ostacolo nè di suolo, nè di pendenza la Strada Ferrata da Padova per Rovigo, e per Ferrara a Bologna, dovendo percorrere per territori ben poco accidentati, ed attraversar corsi di acque di non molta importanza, riducendosi gl’impegni murari al solo ponte sull’Adige; ed in quanto all’ottenere la concessione dai due Governi interessati non sembra cosa difficile, avendo già Essi d’accordo scelta questa linea per l’adattamento del telegrafo di congiunzione immediata della telegrafica Austriaca colla Pontificia verso Ponte Lago-Scuro, e questi stessi Governi si sono, come accennai, riservata la facoltà di concedere, e di costruire altre strade tanto ordinarie quanto ferrate, oltre alla centrale, nei loro rispettivi stati senza che la Società rilevatrice vi si possa opporre.

31.° Non vi ha luogo a temere che il prodotto di una Strada Ferrata da Padova per Ferrara a Bologna non sia per riescire competente alla spesa d’impianto e di esercizio della strada