Pagina:Panegirico a Trajano.djvu/77

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
76 PANEGIRICO

dell’impero ne porta, in folla da ogni più rimota parte di esso vengono i sudditi, d’ogni età, d’ogni grado, a rimirar co’ loro occhi un uom sì divino, una così incredibile ed inaudita virtù; e testimonj poi ne riportano alle loro genti l’ammirazione, l’amor di Trajano, della patria, della restituita libertà.

Ogni padre, baciando ed abbracciando i suoi figli, per l’allegrezza piange, ed esclama: «Figli miei, che tali da oggi soltanto a riputarvi e nomarvi incomincio; figli miei cari, assicurati mi siete da oggi, e non prima. Osservando io le sacre leggi, non pavento che la violenza e la crudeltà dai miei Lari oramai vi rapisca; da voi in tutta sicurezza e pace gli antichi moribondi occhi miei saran chiusi; voi, legittimi eredi