Pagina:Panzini - Novelle d'ambo i sessi.djvu/153

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

In salmì 141

IN SALMÌ.

“No, signor colonnello, sia buono, non mi ammazzi; ho i piccini da allattare. Mi ammazzerà un altro anno„

Voleva quasi dire: “Un altr’anno, prometto che passerò per qui a sua disposizione„. Ma non ebbe tempo, perchè il signor colonnello spianò e sparò.

Perchè quella mattina c’era la neve. Scintillava tutta al sole di decembre, la neve: una gran pace bianca in terra, una gran pace azzurra in cielo, e il signor colonnello aveva detto con profonda strategìa:

— Mia dolce Camomilla, questa è la mattina che ammazzo la lepre.

E s’era messo in traccia della lepre. E in fatti gli si era parata lì, che l’avrebbe potuta quasi prendere con le mani.

Evidentemente la lepre voleva dirgli: “Buon giorno, signor colonnello!„. Pim! pam! la nuvo-