Pagina:Pascarella - Sonetti.djvu/150

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

XVIII.


— Eh... je fecero, dice, ce dispiace!
Ce dispiace de dijelo davanti,
Ma qui, chi più chi meno, a tutti quanti
4Sta buggiarata qui poco ce piace.

Cusì lei pure, fatevi capace,
Qui nun ce so’ né angeli né santi,
Qui ’gni giorno de più che se va avanti
8Se va da la padella ne la brace.

«Avanti, avanti!» So’ parole belle;
Ma qui, nun ce so’ tanti sagramenti,
11Caro lei, qui se tratta de la pelle!

Già, speramo che lei sia persuasa;
Si no, dice, nun facci’ complimenti,
14Vadi pure... Ma noi tornamo a casa.




— 140 —