Pagina:Pastor fido.djvu/144

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

   E rincorarmi, e quasi dir, che temi?
   Và sicura, Amarilli. e così voglio
   Sicuramente andar, che ’l ciel mi guida
   Bella madre d’Amore
   Favorisci colei,
   Che ’l tuo soccorso attende.
   Donna del terzo giro,
   Se mai provasti di tuo figlio il foco,
   Habbi del mio pietate.
   Scorgi cortese Dea,
   Con piè veloce, e scaltro
   Il pastorello, à cui la fede ho data.
   E tu cara spelonca,
   Sì chiusamente nel tuo sen ricevi
   Questa serva d’Amor, ch’in te fornire
   Possa ogni suo desire.
   Ma che tardi Amarilli?
   Quì non è chi mi vegga, ò chi m’ascolti.
   Entra sicuramente
   O Mirtillo Mirtillo
   Se di trovarmi qui sognar potresti.