Pagina:Pastor fido.djvu/27

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Pastor fido illus 00.png

ATTO PRIMO

SCENA II

Pastor fido illus 18.png

MIRTILLO, ERGASTO.


   CRUDA Amarilli, che col nome ancora
   D’amar, ai lasso, amaramente insegni:
   Amarilli del candido ligustro
   Più candida, e più bella,
   Ma de l’Aspido sordo
   E più sorda, e più fera, e più fugace;
   Poi che col dir t’offendo
   I’ mi morrò tacendo,
   Ma grideran per me le piagge, e i monti,
   E questa selva, à cui
   Sì spesso il tuo bel nome
   Di risonare insegno:
   Per me piangendo i fonti,
   E mormorando i venti
   Diranno i miei lamenti:
   Parlerà nel mio volto
   La pietate e ’l dolore;