Pagina:Patria Esercito Re.djvu/212

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
194 parte prima

messo.... Perciò nessuno fiatava. Se non che, il generale Pallavicino, certo indovinandone il desiderio, si rivolse al veterano che gli stava seduto a sinistra e, urtandolo col gomito, gli disse a bruciapelo:

— Tu rumini un brindisi!....

— Forse.

— Fuori dunque! — e additando il colonnello — Vedi? il Presidente del banchetto te lo permette.... Io poi te lo ordino!


Patria Esercito Re p212.jpg

Conte Avogadro di Quinto.


Obbediente all’invito cortese, anche il colonnello della riserva si alzò e disse:

“Permettete al più vecchio di tutti voi di vuotare il calice in vostro onore. Ho detto al più vecchio, ma avrei potuto dire al meno giovane; perchè, circondato da tante giovani e bollenti energie, rivestito come sono, di questa cara divisa, sento anch’io, nuova un’ondata di sangue giovanile scorrermi per le vene.... Un caldo soffio degli antichi ardori mi esalta, e mi trasporta agli anni più belli della mia vita. A quegli anni che, per fortuna vostra, nessuno di voi può rammentare; quando, cioè, in piazza d’armi,