Pagina:Petrificazioni Monte Misma.djvu/44

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

( 40 )

apologisti e de’ grandi seguaci, i quali, della propria sentenza persuasi, cercano maestrevolmente confutare l’altrui, con ardite immaginazioni e con ingegnosi raziocinj, i quali reciprocamente ventilati e ribattuti fanno in ultima analisi conoscere essere assai poco quel che sappiamo, in confronto del molto che ancor ci resta a sapere, onde aver una lusinga fondata di cogliere giustamente nel segno.

(2) Lapis Cotarius Wallerii spec. 83 (b) e spec. 86 (b). Essa è qui disposta in guisa da riempire gli interstizj e le fessure maggiori della roccia calcare, di cui è formato il corpo della montagna, e da frastagliare a guisa di filoni il grande nocciolo e le sue adiacenze da un fianco all’altro.

(3) Piz è derivativo da Spiz, parola tedesca che significa cima, cresta, ecc.

(4) Ueber dan Bauder Erde inden Alpen gerbirge ecc.

(5) Memoria Mineralogica sulla Valle di Fassa ecc.

(6) Non disaggradevole, almeno al lettor patrio, sarà, mi lusingo, che qui io faccia alcun cenno sul vecchio monasterio, che di Abbazia diede il nome a questa villetta. Essa, che localmente appartiene a Vallalta, adiacenza di Valle Seriana, ebbe un cenobio di Cisterciensi, fondatovi da Gregorio vescovo di Bergamo nel secolo XII. Il prelato essendosi trovato con s. Bernardo al consiglio generale di Pisa, poscia in Milano, ottenne dal s. Abbate alcuni individui dell’ordine, all’uopo di fondare anche nel contado di Bergamo un monasterio di tale istituto, siccome altrove erasi fatto.

I monaci spediti scielsero, piuttosto che altra, l’erema situazione di Vallalta, come la più atta al ritiro,