Pagina:Piccolo Mondo Moderno (Fogazzaro).djvu/111

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

nel monastero. 89

“Sa„, diss’egli scherzando, “quando viaggio ho il cuore molto sensibile„.

La giovane signora aggrottò le sopracciglia, mormorò: “brutto!„ e soggiunse subito: “però mi trova bella? Molto bella, non è vero? Anche adesso?„

Il giovine fece “oh, moltissimo!„ con un inchino profondo. Ella si sdegnò di quel tono. “Se non fossi tanto vile con Lei„, disse, “dovrei voltarle le spalle! Mi fa una rabbia! Lei è sempre tanto padrone di sè, e io, appena ho cominciato a sentire, mi sono tradita subito. Io non so nascondere e non me ne importa niente, del resto. Senta! Lei mi ha giudicato leggera quel giorno, in viaggio? Mi ha giudicato civetta?„

“No, avrei giudicato leggera e civetta un’altra; Lei, con quella sincerità negli occhi, no„.

“Me l’ha detto, però, dopo!„

“Sì, ma per giuoco„.

“E adesso mi giudica male perchè sono venuta?„

Maironi esitò un attimo prima di rispondere:

“No„.

“Perchè ci ha pensato? Ecco che mi giudica male. Cosa voleva dire? Ha risposto “no„ per compassione. Mi giudica anche Lei come certi suoi cari concittadini!„

Egli sapeva le calunnie infami sparse da qualche sciocco, da qualche spensierato sul conto di Jeanne