Pagina:Piccolo Mondo Moderno (Fogazzaro).djvu/228

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
206 capitolo quarto.

ricerche nell’interesse di certe persone pratiche e di altre persone poetiche: di persone che gli avevano chiesto aiuto per comprovare il possesso legittimo di qualche decima e di persone che gli avevano chiesto aiuto per comprovare il possesso legittimo di qualche titolo nobiliare.

“Mi dica la santa verità„, esclamò il Bibliotecario mezzo infastidito, “vengono anche le balie a spasso da Lei, per raccomandarsi?„

“Anche anche anche! Sissignore sissignore sissignore!„

E il Commendatore raccontò che proprio allora era venuto a casa sua il signor Ricciotti Pomato.

“Lei vuol dire Çeòla?„ fece il Bibliotecario. No, il Commendatore non chiamava mai la gente con nomignoli, specie se ridicoli. Pomato usque ad finem. Come andava quella faccenda di Pomato, dunque?

“Uh, l’affare si fa grosso„, rispose il Bibliotecario„. “Finiremo prima noi di rimettere in piedi un esercito di decime cadute in deliquio e di fabbricare un altro esercito di conti e di contesse, che il Municipio di allestire un paio di brache miracolose che vadano egualmente bene a un Prefetto, a un deputato, a un senatore, a Quaiotto e a Ciotti Çeòla.„

E proseguì narrando che quella stessa mat-