Pagina:Piccolo Mondo Moderno (Fogazzaro).djvu/65

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ab ovo. 43

plice indirizzo: — Signor Maironi — a caratteri grandi e sicuri. Chi l’aveva portata? Un cameriere dei forestieri di villa Diedo.

Piero aperse e lesse:

Signore,
Un tale Pomato ci si è offerto per giardiniere asserendo di essere stato lungamente al Suo servizio. Mi permetto di chiederle, a nome pure di mio fratello, ch’è assente, qualche informazione circa l’abilità e l’onestà di quest’uomo.
Gradisca le mie scuse per l’incomodo che Le reco.

Jeanne Dessalle.


P.S. Sono in casa il lunedì e il venerdì dalle cinque alle sette.

Federico domandò se vi fosse risposta. Maironi tacque, assorto nelle due righe discrete, significanti, del poscritto. Egli aveva viaggiato due mesi prima in ferrovia con una giovine signora elegantissima, dai lineamenti molto spiccati ma bella, dagli occhi grandi, intelligenti e dolci che troppe volte si erano incontrati con i suoi e gli erano poi rimasti parecchi giorni nel cuore. La signora era discesa con lui e nello staffiere in livrea che ne aveva preso