Pagina:Pirandello - L'Esclusa, 1919.djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
 
— 24 —
 


— Ah birbante! Gregorio? Gregorio Alvignani?...

— Sissignore — (e Rocco inghiottì). — Ora, capisce, professore.... così.... così non può, non deve finire! Egli è partito.

— Gregorio Alvignani?

— Scappato, sissignore. Questa sera stessa. Non so dove, ma lo saprò. Ha avuto paura.... Professore, mi metto nelle sue mani.

— Io? Che c’entro io?

— Una soddisfazione, professore, io certamente debbo prendermela.... di fronte al paese.... Non le pare? Posso restar così?

— Piano, piano.... Calmati, figlio mio! Che c’entra il paese?

— L’onore mio, professore! Non c’entra? Debbo difendere il mio onore.... Di fronte al paese....

Luca Blandino scrollò le spalle, seccato.

— Lascia stare il paese! Bisogna riflettere, ragionare. Prima di tutto: ne sei ben sicuro?

— Ho le lettere, le dico, le lettere che lui le buttava dalla finestra!

— Lui, Gregorio? come un ragazzino? Ma mi dici da vero?... Ohi, ohi, ohi.... Le buttava le lettere dalla finestra?

— Sissignore, le ho qua!

— Ma guarda, guarda, guarda.... E tua moglie,