Pagina:Poemetti allegorico-didattici del secolo XIII, 1941 – BEIC 1894103.djvu/87

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

il tesoretto 81

trovare in Dio merzede;
o per falsa cagione
     2710apiglia presunzione,
che ’l mette in mala via
di non creder che sia
per ben, né per peccato,
omo salv’, o dannato;
     2715e dice a tutte l’ore
che giá giusto Segnore
no ll’avrebe creato,
perch’e’ fosse dannato,
ed un altro prosciolto.
     2720Questi si scosta molto
dala verace fede.
Forse che non s’avede
che ’l misericordioso,
tutto che sia pietoso,
     2725sentenza per giustizia
intra ’l bene e le vizia,
e dá merito, e pene
secondo che s’avene?
Or pens’, amico mio,
     2730se tu al vero Dio
rendesti grazia e grato
del ben che t’ha donato;
ché troppo pecca forte,
ed è degno di morte
     2735chi non conosce ’l bene
di lá, donde li vene.
E guarda, s’hai speranza
di trovar perdonanza.
S’hai alcun mal commesso,
     2740e non ne se’ confesso,
peccato hai malamente
vêr l’alto Re potente.
Di neghienza m’avisa