Pagina:Poesie (Carducci).djvu/1065

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Il Parlamento.png



IL PARLAMENTO


I.


Sta Federico imperatore in Como.
Ed ecco un messaggero entra in Milano
Da Porta Nova a briglie abbandonate.
“Popolo di Milano,„ ei passa e chiede,
5“Fatemi scorta al console Gherardo„.
Il consolo era in mezzo de la piazza,
E il messagger piegato in su l’arcione
Parlò brevi parole e spronò via.
Allor fe’ cenno il console Gherardo,
10E squillaron le trombe a parlamento.