Pagina:Poesie (Carducci).djvu/370

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
344 levia gravia


Lo insegua: e, spettri lividi
Con gli spioventi crini,
— Sii maledetto — gridingli
88Mameli e Morosini.

— Sii maledetto — e d’odio
Con inesauste brame
I fratricidi il premano
92Onde Aspromonte è infame.

Viva: insignito gli omeri
De la casacca gialla,
Al piè che due repubbliche
96Schiacciò, la ferrea palla,

Di sua vecchiezza ignobile
Contamini Tolone
Ove la prima folgore
100Scagliò Napoleone.

Ahi, grave è l’odio e sterile,
Stanco il mio cuor de l’ire;
Splendi e m’arridi, o candida
104Luce de l’avvenire!

Arridi! i nostri parvoli
Che a te veder son nati
Io t’accomando: ei vivano
108Del raggio tuo beati.