Pagina:Poesie (Carducci).djvu/490

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
464 giambi ed epodi


XIX.

FESTE ED OBLII


Urlate, saltate, menate gazzarra,
Rompete la sbarra — del muto dover;
Da ville e da borghi, da valli e pendici,
4Plaudite a i felici — di oggi e di ier.

Su, vergini e spose, bramose, baccanti,
Spogliate l’Italia di lauri e di fior,
Coprite di serti, di sguardi fiammanti
8Le glorie in parata de i nostri signor.

Deh come cavalca su gli omeri fieri
De’ baldi lancieri — la vostra virtú!
O sole di luglio, tra i marmi latini
12A gli aurei spallini — lusinghi anche tu.