Pagina:Poesie (Carducci).djvu/690

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
664 rime nuove


LXVIII.

IDILLIO MAREMMANO


Co ’l raggio de l’april nuovo che inonda
Roseo la stanza tu sorridi ancora
3Improvvisa al mio cuore, o Maria bionda;

E il cuor che t’obliò, dopo tant’ora
Di tumulti ozïosi in te riposa,
6O amor mio primo, o d’amor dolce aurora.

Ove sei? senza nozze e sospirosa,
Non passasti già tu; certo il natio
9Borgo ti accoglie lieta madre e sposa;

Ché il fianco baldanzoso ed il restio
Seno a i freni del vel promettean troppa
12Gioia d’amplessi al marital desio.