Pagina:Poesie (Carducci).djvu/77

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

juvenilia 51


E a noi con l’alma Venere
Facile Amor si mostra,
E noi gli amplessi affrettano
16De la fanciulla nostra.

In vano, in van la rigida
Madrigna a me la niega;
Amor che tutto supera,
20Amor che tutto piega,

Vuol, fausto iddio, commetterla
Ne le mie mani e vuole
I nostri amor congiungere,
24Te declinato, o Sole.

Ed ella omai le tacite
Cure nel petto anelo
Volge, e te guarda. Oh giungati
28Il caro sguardo in cielo!

Dolce fiammeggian l’umide
Luci nel vano immote:
Siede pallor lievissimo
32In su le rosee gote.

Ecco, presente Venere
Ne l’anima pudica
Regna, e il pensier virgineo
36Con forza empia affatica.