Pagina:Poesie (De Amicis).djvu/29

Da Wikisource.

— 21 —


VII.

Là si scoprono sì gli animi umani!
Vedi fronti di prodi impaurite,
E fanciulli di cor semplice e mite
Tranquilli, e mezzi morti dei Titani

Altri con gesti buffoneschi e strani
Nascondono le faccie illividite,
Altri per divertir l’alta spaghite
Cantano; pensa che cantar da cani.

Altri bisbiglia paternostri ardenti,
Altri rimane estatico e insensato,
Chi stringe i pugni e chi digrigna i denti.

Altri al momento di cacciarsi sotto....
No, per esempio, un uomo in quello stato
Non lo farei seder nel mio salotto.