Pagina:Poesie (De Amicis).djvu/37

Da Wikisource.

— 29 —


PREGHIERA

Quando la notte ascolte
Nella stanza vicina
Il respiro soave
Di mia madre sopita,
Mi sento più leggera
Nel cor tranquillo rifluir la vita,
E dall’anima lieta e intenerita
Mi fugge una preghiera.

Se i falli che ho sul core
Debbo espïar vivendo
Con un grande dolore,
Ch’io perda tutti i doni