Pagina:Poesie inedite di Silvio Pellico I.djvu/293

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

( 291 )

Salve, o di carità sacra fiammella
     Che accendi il cor del pio dovizïoso!
     Se a noi mortali fulgi or così bella,
     36Qual fulgi tu dell’anime allo Sposo?
     A lui che, tutte mentre a sè le appella,
     Le appella a mutuo affetto generoso!
     A lui che quando cinse umano velo,
     40Ci palesò che tutto amore è il Cielo!

               Amore santifica
                    Tesori e palagi,
                    Amore santifica
                    44Tuguri e disagi;
                    Amor sulla terra
                    Può tutto abbellir,
                    L’impero, il servire,
                    48La vita, il morir.

Amato molto, amato sia il Signore
     Ch’è modello de’ ricchi impietositi!
     Amato molto, amato sia il Signore,
     52Modello ai cuori da sventura attriti!
     Amato molto, amato sia il Signore
     Che noi vuol tutti alla sua mensa uniti!
     Amato molto, amato sia il Signore
     56Che per l’anime umane arde d’amore!