Pagina:Poesie italiane.djvu/69

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

67

AMOROSO





Perchè men de l’usato ora risplende
Quel dolce viso, ove ogni grazia aduna
Amor, e perchè rea nebbia importuna
4L’Almo seren di que’ begli occhi offende:

     Non però in altra parte a volar prende,
Vaga d’altra beltà, l’alma digiuna;
Che quella, ond’i’ fui preso, e che sol’una
8Mi piacque, pur come solea , m’accende.

     E tale ancor la mi promette il cielo,
Ch’abbia ogn’altra ad averne invidia e scorno,
11E ’l cor m’infiammi di più ardente zelo.

     Ch’io vidi già, ne l’inchinar del giorno
Coprirsi il sol d’un nubiloso velo,
14E uscirne poi di maggior luce adorno.