Pagina:Poesie varie (Pascoli).djvu/189

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

I DUE VICINI19


i


V

issero un tempo due vicini in pace,
che avean comuni il campo il fonte il servo!
A tutti due dava stupito il campo
gli stessi cibi nelle stesse teglie;
5mesceva il fonte acqua ad entrambi, ignaro
a quel mescesse, negli uguali orciuoli;
il servo quando era la greppia vuota,
attendea l’uno, con la paglia, o l’altro.
Sì; ma del campo era il terriccio a Trigo
10utile, a Brigo l’untuosa argilla;
scendeva l’acqua ad inaffiar le piante
a Trigo, a Brigo a sciabordar la creta;
e robe e cose, della stessa terra
ma nate e fatte, someggiava insieme
               15l’asino: erbaggi e vasi.