Pagina:Postuma.djvu/137

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Postuma Sacchetti 131.jpg




LXIII.


 E
RA d’inverno, tardi, e sedevamo
Accanto al fuoco, soli, imbarazzati,
E parlando del tempo, arrossivamo
4Come due collegiali innamorati.

    Ella chinava gli occhi al suo ricamo,
Verso il soffitto io li tenea levati;
Non si direbbe, eppur ci vedevamo
8Meglio che se ci fossimo guardati.

    Ed io pensava ― Sol per un sorriso
Ti darei dell’ingegno i fior più belli
11E il sangue giovanil delle mie vene...

    Quand’ella si levò, pallida in viso,
Mi cacciò le due man dentro ai capelli
14E ― senti ― susurrò ― ti voglio bene!


Postuma Sacchetti 18.jpg