Pagina:Postuma.djvu/175

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Postuma Sacchetti 164.jpg



LXXXV.


OCTOBER


 M
UOIO. Cantan le allodole
Ferme sull’ali nel profondo ciel,
E il sol d’ottobre tepido
4Albeggia e rompe della nebbia il vel.

    Caldo di vita un alito
Sale fumando dall’arato pian;
Muoio: Cantan le allodole
8E le giovenche muggon da lontan.

    La vostra lieta porpora,
Roselline d’inverno, io non vedrò;
Le carni mie si sfasciano...
12Domani al mio balcon non tornerò.


Postuma Sacchetti 165.jpg