Pagina:Postuma.djvu/78

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Postuma Sacchetti 88.jpg



XXXII.


SOZZO di fango come un animale,
Poco vestito come un Africano,
Incontrai di Ripetta in sulle scale
4Il padre Tebro con un piego in mano.

    E gli gridai: — Ma che pazzia t’assale
Così col fresco, gran fiume romano,
D’andare a zonzo per la capitale
8Con questi calzoncini di pantano? —

    Nella sua bianca barba d’eremita
In tono d’ironia ghignò il vecchione,
11E mi rispose: — O che? non l’ha capita?

    Col biglietto che vuol l’educazione
Porto l’augurio d’una lunga vita
14A quei signori della Commissione. —

1 gennaio 1874.


Postuma Sacchetti 18.jpg