Pagina:Praga - Le madri galanti.djvu/75

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


cambio. Salvi Psss! Sapete di che parlano quei due là in fondo? Barone. No, le loro parole non mi giungono all'orecchio. Salvi. Per buona sorte! - Essi parlano di letteratura; l'uno è marchese, l'altro conte; osservate i modi, le vesti, l'atteggiamento del marchese, e poi ditemi se non riconoscete in esso il terzo peccato : la Caricatura; osservate poi quel rapido paroleggiar del conte, quel moto perpetuo delle sue labbra, e troverete tosto la Ciarla, quarto peccato. L'uno è figlio della boria e dell'affettazione, l'altro della leggerezza e dell'ignoranza e, vedete, vanno perfettamente d'accordo. Barone. E gli altri tre? Salvi. Oh! gli altri tre li troveremo subito: se volete, potete rinvenirli ancora in questi quattro; se no, li vedrete qui appena fuori dell' uscio, giacchè dove ci sono dei frac quello è il posto dei peccati mortali.- Gli altri dunque sono Vanità, Indifferentismo.... che fanno sei.... Barone. Ma.... siete in frac anche voi. Salvi. Certo, e perohè non potrei essere la Maldicenza? che fa