Pagina:Prati, Giovanni – Poesie varie, Vol. II, 1916 – BEIC 1901920.djvu/9

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

I

A MIA FIGLIA

Ben sette volte, all’alito
dei dolci venti, il crine
delle eridanie vergini
di violette alpine
5io vidi rifiorir;
né a me, fanciulla mia.
questa letizia pia
di pórtene sol una
sovra la chioma bruna
10le immansuete collere
dei fati acconsentir.