Pagina:Proverbi, tradizioni e anneddoti delle valli ladine orientali.djvu/70

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 66 —


gonót daorivi les stalles e les parava fora dĕ nètt a pastů́ra.


Na òta fôl inche tĕ Val dĕ mesdí1 sů a Collfòsc na bèlla jo̊na Ganna quĕ gnī trés fora per gi ia Pecë́i a sĕ scialdé: daviaquʼ ëlla gnī tan gonót, avʼ la2 ʼchi imparé a rajoné ladin. L patron del méš fô chamó da maridè ël. La Ganna scomë́ncia a i plège, perchí quʼ ëlla fô bona da laúr; dô quʼ ëllʼ â imparé la dottrina cristiana, sĕ fégela battiè, sĕ marida e devë́nta patrona da Pecë́i. An mëss savë́i, quʼ ëlla lʼ â tůt solmë́nter a condizion, quʼ ël nĕ la toquèss mai colla man redòsa tel můs, perchí quʼ in quël cašo sen messèssla gi. Dī alla longia è geůt důt begn, la Ganna fô na brava e bona patrona, e tirava sů i mittons col timor dĕ Dī. Mo na sabda, quʼ ëlla percorâ3 sů mittons, vegnel l patron důt stanc e palsa dlongia sůa fomena. Con trammes4 les mans impedida digela allʼ om: “Tů, chara mo, iʼ a chèz sůl front quilló, iʼ nĕ sa chi quʼ ël è”. L

essi robusti come giganti. Il massimo diletto si prendevano delle pecore aprendo di spesso le stalle e conducendole di notte al pascolo. Una volta c’era anche nella Valle di mezzo giorno su a Collfosco una bella giovine Ganna, che sortiva sempre dalla sua valle onde andar a Pezzedi per riscaldarsi; venendovi ella di spesso avea anche imparato a parlar ladino. Il padrone del podere era ancora celibe. La Ganna comincia a piacergli, essendo ella brava nel lavoro; dopo d’aver imparata la dottrina cristiana, ella si fa battezzare, si marita e diventa padrona di Pezzedi. Convien sapere, che ella lo aveva preso soltanto a condizione, che egli non la toccherebbe mai sul viso col rovescio della mano, giacche in quel caso ella avrebbe dovuto andarsene. Lungo tempo tutto andò bene, la Ganna era una brava e buona padrona ed allevava i figli nel timore di Dio. Però un sabato, mentre ella nettava i suoi figli, giunse il marito tutto stanco e si riposò al lato della noglie. Impedita con tutte

  1. Valle del mezzo giorno, al Sud di Collfosco; un tempo si passava per questa valle per andar’in Fassa, finché una volta si trovò una mano al pie del ghiacciaio, il quale è nel fondo della valle.
  2. ava-ella.
  3. percorè (per— curare) == nettare, pulire; sgridare.
  4. trammes = intrammes.