Pagina:Questioni Pompeiane.djvu/55

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

― 27 ―

Athletae, Sparsiones, Vela erunt (M. B. T. II, 6).

Segue la leggenda di Ampliato. Totius Orbis Desiderium, Mun(ificu)m Ubique, Cum Pompilo M. (forse Pompilio M. L.) Fortunato, e par sia perito il nome Ampliato, AMPLIATVM, a cui queste magnifiche frasi riguardano. Tito fu detto Orbis Amor (Auson. Caesar. II, 2), e πρὸς ἁπάντων ἔρως (Suid. ed Eutrop. VII. 6.), ed Amor ac deliciae generis humani (Victor in Tito, Sueton. in Tit. c. I. ).

Il medesimo giornale trascrive dipoi dalla medesima parete un altro programma, ove si avvisa che la famiglia gladiatoria di N. Popidio Rufo darà lo spettacolo di una caccia il giorno 29 di Ottobre. Questo intonaco fu staccato con altri pur gladiatorii, e si fecero incidere in una tavola che è la IX delle Dissert. Isagog. dal dotto Rosini (v. il n. 1, 2, 4, 5,). Ma sopra tutte ha grande importanza questa che io traggo dalle relazioni del giornale del 6 Agosto.

(lettere alte un palmo 1/3)          PRO SA
          • • • • • • CAESARIS • AVGV • • LIF
          • • • • • • DEDICATIONEM • ARAE •
          FLAMI • • • • CAESARIS • AVGVSTI • PV
                         IIII • NON • IVL • VENATIO


LVTE
F • AVRVMQVI .                 (alte once 3)
AMENTIAE • GNEI • NIGIDI MAI
GN • POMPEIS • SINE • VLLA • DILATIONE

VELA ERVNT queste due parole erano scritte in nero ed in forma più piccola