Pagina:Raccolta di rime antiche toscane - Volume primo.djvu/73

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


  Ched elli a tua baldanza
Cominciasse tal cosa,
  Che mai non abbia posa.
E ancora non ti caglia
  D’oste, nè di battaglia;
Nè non sie trovatore
  Di guerra, e di romore.
Ma se pur avvenesse,
  Che ’l tuo Comun facesse
Oste, nè cavalcata:
  Voglio, che ’n quell’andata
Ti porti con Barnaggio;
  E dimostrati maggio,
Che non porta tuo stato.
  E déi in ogne lato
Mostrar viva franchezza,
  E far buona prodezza.
Non sie lento, nè tardo:
  Che già uomo codardo
Non conquistò onore,
  Nè divenne maggiore.
E tu per nulla sorte
  Non dubitar di morte:
Ch’assai è più piacente
  Morir orratamente,
Ch’esser vituperato,
  Vivendo, in ogne lato.
Or torna ’n tuo paese,
  E sie prode, e cortese:
Non sie lanier, nè molle,
  Nè corrente, nè folle.
Così noi due stranieri
  Ci ritornammo a Tieri.
Colui n’andò ’n sua terra