Pagina:Regole della Giurisdizione e Communità di Segonzano, 1609.djvu/39

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

33


anticha usanza, il Castello darà alli huomeni le solite spese, e regalie consuete.
Item far condurre le decime del Vino, e grani, di Soverio, Grom, Grumesse, Valda, ed Albian in Castello quando è ricercato.
Item si da autorità al Giurato del Commune, che scodi alli tempi debiti li stari di Segalla et li stari di formento, e li conzi di Vino, ed il smalzo come nel Urbario dalli Martini, e suoi consorti per fare l'elemosina alla Rogazione al Piaz secondo il solito, e che detta elemosina sia messa nel caneveto del Commun ivi al Piaz.

Del Saltaro della Regola.


Nel antedetto Sabato ancor in quella Regola fanno questi altri officii, cioè il Saltar della Regola, per roda, e gli dan il giuramento, che debbi prontamente, quando gli commette il Giurato, comandare li huomeni a far Regola, ed a conzar le strade, e far altri beneficii del Commune quando occorre, e comandar anco a far le dette fationi del Castello, ed in occorenze insieme col Giurato, anco debbe prender qualche uno, secondo la comissione del Vicario, e del Castello esso Giurato suol piantare gli termini nei Campi, e luoghi delli partevesi quando ricercano.


H Del