Pagina:Ricordanze (Rapisardi).djvu/180

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


     De le stagioni al volo
Muta ogni cosa: or veste
April di fiori il suolo,
10Or di nevi e tempeste
Mugghiante, orrida piena
Il verno irto scatena;
     Ma torba, inerte, occulta
Qual’onda al sole ignota,
15Entro al tedio sepulta
Sta la mia vita immota,
E di fastidio indegno
Sento morir l'ingegno.
     Oh! a questo viver vano
20Date le stelle e i fiori,
L’ali dell’uragano,
Dell'iride i colori,
La possa al genio mio
D’un dèmone o d’un Dio!