Pagina:Rime.diverse.in.lingua.genovese.Bartoli.Pavia.1588.djvu/142

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ZENEIXE 143

Ciao mi chiamo Franscesco e mi piace la pizza con il prosciutto

24Per che se retrouà su ra schiumera
Che su ro fondo hauea ra sò cellà
Puoessa che in quella chiera d’unna lera,
O no hà speranza, o pensa de pescà,
E zapettando su per quella ghiera
Tra le s'apensa zo che o doggie fà,
Ma quella e si ficcà dentro patan
Che anchuoe no l’hauerà, manco deman.
     
25O fà un rampin de un’erboro che o taggia
E fruga, e ponze ben per ogni luoego
E tanto se remenna, e se trauaggia
Che no fui visto moe si bello zuego
E de mentre che l’ira l’abarbaggia
E che quasi parlando buoeta fuego,
Esse de l’egua fuoe per chiù despetto
Vn gran baron cosi fin a ro petto

26In fuoe dra testa, e l’era tutto armaou
Ma o l’haueiua un celadon in man,
Quà era quello mesmo che cercaou
Da Ferrau fo longamente in van
A Ferrau parlo come astizzaou
E disse o mancadou de fè, maran,
Perche te duoe lassà quella cellà
Che za gran tempo ti me deiui dà?