Pagina:Rime.diverse.in.lingua.genovese.Bartoli.Pavia.1588.djvu/19

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
20 RIME


28Moe no arui ra fontanna de pietè
Per bagna ra me foggia chi è sardia
Che se voi ghe l'aruissi sempre moe
Da re so scioi saressi ben sioria,
Ma veiue à i oggi me pu no lassè
Che me fuzzi si dentro u'ho scurpia;
E puo ch'in voi Cattannia cangiao son
Me de da fà chiu dri Cattannij ancon.

29Dhe lasseue Cattannia a mi trouà
Se vorrei che Cattannio se dauei,
Per ch'aurà esse da beffe me ro pà
Può che ve cerco, ni ve posso vei
Ma infin foggetta me veirei tornà
Se mi vostro Cattannio schiuerei,
Che mostrà ve dei voi fogetta ancon
Se mi per vostr'amò Cattannio son.

30Può che rà me fogetta l'vnion
Su l'erboro Cattannio v'ho incerio
E che ro De d'Amò d'vn vereton
Hà ri cuò nostri ancora inseme vnio,
Questi doi corpi unimo inseme ancon
Che mà sta l'un, da l'atro dexunio,
Ma s'uniremo ben Cattannij, e foggie
Boin frutti sempre ne porremo coggie.