Pagina:Rime.diverse.in.lingua.genovese.Bartoli.Pavia.1588.djvu/52

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ZENEIXE 53

SONETTO IN GIASMO
dro presente vestì dre
Donne.


CHe zoua ogn'anno de mandà ra cri[a]
Che no se possan donne mascarà,
Se ro visaggio sempre usan portà
De gianchetto ben grosso quatro dia.

5E à so posta crià lascian chi cria
Perche d'ogni saxon fan Carleuà,
E in fin re braghe voran lo porta,
E stà sorua ri sposi tuttauia.

E per natura gustan ben vestì
10Si ch'in re robe sò spendemo in grosso,
Che sotta, soura fersi cangian spesso.

E derre portan coe de spermesso
Però dei staghe à reformare adosso,
Se ben ra lengua ve voran tegni.

15Che per questo odo dì,
Tiran dri tacchi quando pointe son,
E per natura usan tegni bugnon,

E dan re spalle anchon,
A chi vò daghe un habito megiò,
20Ma no manchè per zò de fa lauò.