Pagina:Rivista delle tradizioni popolari italiane, Anno I, 1893.djvu/259

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


RIVISTA

delle

TRADIZIONI POPOLARI ITALIANE


Anno I. 1° Marzo 1894. Fascicolo IV.


RICERCHE UFFICIALI SULLE TRADIZIONI E COSTUMANZE POPOLARI NEL REGNO ITALICO Le indagini intorno alle tradizioni e alle costumanze popolari apparvero sempre agli spiriti illuminati come un mezzo assai efficace per conseguire, oltre che i fini scientifici proposti ai nostri studi, anche quella cognizione diretta e sicura dello stato morale e intellettuale delle plebi che è necessaria per apprezzarne i bisogni reali e promuovere i provvedimenti idonei a soddisfarli. Una perspicua testimonianza di ciò è nei documenti ch’io presento ai lettori della nostra Rivista; i quali sono ora conservati nell’archivio del R. Liceoginnasio Spallanzani di Reggio nell’Emilia ed ebbi agio di trascrivere per cortese consenso del signor preside di quell’Istituto, il prof. Alessandro Manoni. A lui dunque, piú che a me, saranno grati gli studiosi di conoscere la bella circolare, per mezzo della quale il Direttore generale dell’istruzione pubblica del primo Regno d’Italia, il trentino Giovanni Scopoli, richiese la collaborazione dei professori di lettere nei licei per raccogliere «le notizie necessarie onde formare 1 Diamo, con piacerò, principio ad una serie importante di notizie che si riferiscono al folk-lore italiano sotto il primo Regno d’Italia. Il modo largo con cui i Consiglieri del Beauharnais intendevano gli ufficii e le funzioni del Governo, dovrebbe essere ammaestramento ai nuovi rettori della cosa pubblica in Italia, i quali, occupati in ben altre brighe, si disinteressano l>erfettaniente di quegli studii che dovrebbero dar loro principal lume ad un Governo assai piú provvido ed efficace di bene. (A. D. G.) Rit. Tra i, pò, voi. I. 17 Digitized by Google