Pagina:Rivista italiana di numismatica 1888.djvu/242

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

 

DOCUMENTI INEDITI


DELLA ZECCA DI CORREGGIO




Fra le carte lasciate dal compianto Prof. Biondelli, già Direttore del Gabinetto Numismatico di Brera, carte ch’io ebbi la fortuna di acquistare, ho rinvenuto due documenti inediti relativi alla zecca di Correggio. Sono due Concessioni di zecca stipulate fra Siro principe di Correggio e il suo zecchiere Agostino Rivarola. Unito a questi documenti sta un manoscritto autografo del medesimo Prof. Biondelli intitolato: La Zecca e le monete dei Signori di Correggio, illustrate con documenti inediti. Il lavoro fu cominciato nel 1868 e, a giudicarne dalle poche pagine di cui si compone, doveva essere una monografia completa delle monete di Correggio coll’aggiunta dei due documenti accennati.

Nel 1870 venne in luce l’opera del Bigi: Di Camillo e Siro di Correggio e della loro zecca; e forse allora il Biondelli, vedendosi in parte prevenuto, lasciò in tronco il suo lavoro e non vi pensò più.

Ora io credo interessante pei lettori della Rivista il pubblicare queste due Concessioni di zecca, tanto più che esse contengono il disegno di monete finora inedite e che forse rimasero sempre allo stato di progetto.