Pagina:Rivista italiana di numismatica 1888.djvu/304

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

notizie varie 271


Un dono di Torino a Milano. — Nello scorso maggio, la On. Rappresentanza municipale di Torino, con fraterno pensiero, inviava in dono alla Città di Milano un esemplare della intera serie metallica di Casa Savoia, recentemente completata per deliberazione di quella Giunta1.

Ecco in proposito alcune notizie, che dobbiamo alla cortesia dell’egr. sig. March. Carlo Ermes Visconti:

La serie consta di 93 medaglie, colla effigie, prima dei

  1. Diamo la nobilissima lettera che accompagnava il dono, e le facciamo seguire la risposta del nostro Sindaco:
    CITTÀ DI TORINO
    GABINETTO DEL SINDACO

    Addì 19 Maggio 1888.


    Questa Giunta Municipale, in seduta del 4 marzo 1885, deliberava di completare il Medagliere di Casa Savoja esistente nel Museo Civico coll’aggiunta dei conii relativi agli attuali Regnanti, e di offrire in dono un esemplare dell’intera collezione di medaglie al patriottico Municipio di Milano, che tante dimostrazioni d’affetto e di stima diede in parecchie occasioni alla Città di Torino.

    Ultimata in questi ultimi giorni la succennata storia metallica della gloriosa Dinastia Sabauda, io mi faccio gradito dovere di offrirne un esemplare all’Amministrazione Comunale, alla quale V. S. Illustrissima presiede con tanto senno ed unanime plauso, valendomi all’uopo della cortese offerta di ricapito fattami dall’Ing. Comm. Riccio, egregio Assessore di questo Municipio, il quale si reca a Milano questa sera stessa.

    Nutro fiducia che codesto Municipio sarà per gradire il dono quale attestato dei vincoli di viva simpatia e di fratellanza che uniscono Torino alla nobile Milano; e rinnovo alla S. V. Illustrissima l’espressione dei miei sentimenti di alta stima e di inalterabile devozione.

    Il Sindaco
    firmato M. VOLI


    Illustrissimo Signor Sindaco

    della Città di

    MILANO.

    MUNICIPIO DI MILANO

    18 Maggio 1888.


    Jeri, il signor Assessore presso codesto Municipio, illustrissimo Signor Commendatore Riccio, mi ha consegnato l’esemplare del Medagliere della gloriosa Dinastia di Savoja che l’Onorevole Rappresentanza della Città di Torino ha destinato in dono alla Città di Milano.

    Io Le porgo, Illustrissimo Signor Sindaco, a nome di Milano, il più caloroso ringraziamento per il dono splendidissimo, e molto più per la lettera estremamente cortese e lusinghiera per questa mia Città, colla quale Ella volle accompagnarlo.

    Milano è lieta delle simpatie e dell’affetto di Torino; e vi risponde con una folla di sentimenti che tutti riposano sulla gratitudine antica e sulla riverenza che essa professa verso la nobilissima e generosa sorella: e Milano grandemente si compiace di tutto ciò che, ravvivando i vincoli che uniscono le due Città, valga a conservarle fraternamente congiunte nelle feconde gare del lavoro e del progresso a beneficio della patria comune.

    Voglia, illustrissimo Signor Sindaco, esprimere i miei particolari ringraziamenti al Signor Comm. Riccio, il quale, incaricato d’una missione gentile, non avrebbe potato più gentilmente disimpegnarla: voglia pure accogliere l’espressione del miei sentimenti di alta stima e profonda devozione.

    Il Sindaco
    firmato NEGRI.


    Illustrissimo Signor Sindaco

    della Città di

    TORINO