Pagina:Rivista italiana di numismatica 1890.djvu/315

Da Wikisource.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
298 c. brambilla ― tremisse inedito al nome di desiderio, ecc.

massa del tufo su cui essa sorge; per le sue mura etrusche; pei concilii ripetutamente inaugurativi, pei valentuomini finalmente cui ha dato la nascita, avrà nuova ragione di gloriarsi, avendo il suo nome raccomandato al tremisse da me segnalato all’attenzione dei numismatici.

Tale moneta pel momento in cui è a ritenersi ordinata ed emessa è un monumento di grande ed assoluta importanza storica, ed altra ne acquista per essere esemplare delle ultime monete che si sarebbero lavorate per la nazione dei Longobardi, e che di essa serbino memoria.