Pagina:Rivista italiana di numismatica 1891.djvu/404

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
352 arturo g. sambon
R/+ REX • REGNI • SICI • EQVITAS •

Cavallo a destra (graziosissimo conio).

Rame, R2, Coll. Sambon.

Variante. D/FERDIS — NANDVS • (Museo Nazionale di Napoli).

15 Cavallo.

D/FERDINANNVS ∗ REX

Busto a destra.

R/EQVITAS • REGIS •

Cavallo a destra (Lavoro mediocre).

Rame, Museo Nazionale, casella 3080.

Nel 1477, in occasione del matrimonio di Ferdinando con la cugina Giovanna d’Aragona, fu coniata moneta di rame, per essere gittata al popolo, durante la festività dell’incoronazione. Notar Giacomo e Giuliano Passero descrivono a lungo le sontuose feste ch’ebbero luogo a Napoli, dal 9 al 18 settembre, per la venuta e gli sponsali di Giovanna. Narra il Passero come, addì 16 settembre, dopo la incoronazione, finite tutte le funzioni ecclesiastiche, presso «un catafalco molto degno et bene lavorato fatto denanti la Incoronata» dove sedevano i sovrani « se gettare monete d’argento de più sorte con gran festa et gaudio » 1. Lo Zocchis, ufficiale della Regia Zecca di Napoli, verso il 1555, lasciò scritto un ragguaglio delle monete coniate per lo innanzi a Napoli2 e inquesta distinta, parlando delle monete di Ferdinando I d’Aragona dice « et poi nel anno 1477 se cugnorno carlini, da una

  1. Passero, Diurnali, p. 85. Lo stesso dice Notar Giacomo: « lo serenissimo Re Ferrando fe XX cavalieri et iectaose più sorte de monete d’argento». (Cronaca di Napoli, p. 137).
  2. Bibl. Nazionale di Napoli, n. 13-23 del ms. XI e 44.