Pagina:Rivista italiana di numismatica 1891.djvu/513

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

monete italiane inedite nella coll. brambilla 455

VI.

Gazzetta o pezzo da due soldi battuto in Sabbioneta per il marchese Vespasiano Gonzaga.


Rivista italiana di numismatica 1891 p 513.jpg

Il padre Ireneo Affò, autore di estese ed erudite monografie sulle zecche minori aperte ed esercitate dai discendenti dell’illustre famiglia Gonzaga1, si è distintamente occupato delle monete di Sabbioneta pubblicandone buon numero col nome di Vespasiano Gonzaga cui appartenne quella terra dal 1541 al 1591.

Vespasiano Gonzaga, nato nel 1531 in Fondi nella terra di Lavoro, feudo della famiglia Colonna alla quale apparteneva la di lui madre Isabella, era figlio di Luigi Gonzaga detto Rodomonte. Fu uomo abilissimo, e come soldato e come politico, e si annovera a ragione fra le personalità più distinte del suo tempo, come anche fra le insigni dell’avita sua stirpe. A fama si elevata una sola macchia non avrebbe voluto apporre la storia, ed è quella dell’uccisione della prima sua consorte Diana di Gardena nobilissima dama siciliana, che Vespasiano credette inclinata a troppo facili amoreggiamenti2.


  1. In Zanetti Nuova raccolta, etc, Bologna 1783, tomo III, pag. 111.
  2. Racheli Memorie storiche di Sabbioneta, Casalmaggiore 1819, Libro IV, pag. 573,