Pagina:Rivista italiana di numismatica 1892.djvu/320

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
304 francesco gnecchi


M. AURELIO.


25. gr. 49.50 (doppio sesterzio).

D/ — AVRELIVS CAESAR AVG PII F Busto nudo a destra col paludamento.

R/ — TR POT XV (in giro) COS III (all’esergo) S C. M. Aurelio in quadriga lenta a sinistra con uno scettro terminato da un’aquila, (anno 161 d. C.)

Coh. 714. G. B. Coll. Gnecchi a Milano.

Un esemplare simile a questo esisteva nella collezione Blacas, e si troverà quindi presentemente al Museo Britannico.


26. gr. 21 (doppio dupondio).

D/ — M AVREL ANTONINVS AVG Testa laureata a destra.

9 — TR P XXXIIII IMP X COS III P P S C La lupa coi gemelli a destra in una grotta, (anno 180 d. G.)

Coll. 782. M. B. Coll. A. Guérin a Parigi.


FAUSTINA FIGLIA.


27. gr. 35.50 (doppio sesterzio).

D/ — FAVSTINA AVG ANTONINI AVG PII F Busto a destra.

R/ — S C (all’esergo). Tempio rotondo a quattro colonne, davanti al quale tre uomini e tre Vestali, accompagnate da un fanciullo, sacrificanti su di un tripode.

Coll. 101. Med. Gabinetto di Brera e di Francia.

(Tav. VII, N. 1.)


NB. Il Cohen, descrivendo questo bronzo, lo colloca tra i medaglioni e aggiunge in nota Vrai médaillon malgré les lettere s c. Certamente è un vero medaglione; ma non nel senso che l’intendeva Cohen, bensì nel senso di medaglione Senatorio. Ad ogni modo bisogna notare come questo sia uno dei pochi medaglioni senatori, che si scostano dal comune tipo del gran bronzo assumendo l’aspetto veramente di medaglione, e questa fa la ragione che indusse Cohen a collocarlo e classificarlo come sopra si disse.


28. gr. 42 (doppio sesterzio).

D/ — FAVSTINA AVGVSTA Testa a destra.