Pagina:Rivista italiana di numismatica 1893.djvu/398

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

il ripostiglio di monfalcone 349

Rilevai parecchie varietà di questi grossi, riconoscibili principalmente dall’iscrizione per la quale i medesimi si possono distribuire in due serie. La prima è distinta dalla Є, la seconda invece presenta la stessa lettera nella forma di E ed ha nel maggior numero degli esemplari И in luogo del solito N. Ordinando abbiamo:


1. D/ + COMЄS 8 TIROL 8 R/ RA NO
      D★Є
      DSix petal flower icon.svgЄ
      D • Є
      D⸪Є
      DЄ•
      MA
2. D/ + COMES 8 TIROL : R/ DE ME RA NO
    .   MA
    8   ИO
    „    
    „   8 8   MA•
        MA RA•
        Six petal flower icon.svg DE RA
    + ∘    „   DE MA ∘
    + :    „   MA

Non vidi alcun esemplare in cui la Є caratteristica della prima serie fosse alternata con la E della seconda.

Il diametro è di mm. 20-21; il peso dei pezzi di migliore conservazione varia da grammi 1.300 a grammi 1.435, quello medio di 60 pezzi scelti da ambedue le serie corrisponde a grammi 1.395 per cadauno.

Secondo l’accreditato giudizio del mio illustre maestro ed amico, il prof. Arnoldo de Luschin1,

  1. Zur mittelalterlichen Münzkunde Tirols nella "Numismatische Zeitschrift„, Vol. I, pag. 155 e seg.