Pagina:Rivista italiana di numismatica 1893.djvu/60

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

monete di milano inedite 53



PRIMA REPUBBLICA.

(1250–1310).


[immagine da inserire]


1. Fiorino (gr. 3.550). — Var. n. 1.

D/ — MEDIOLANVM verticalmente fra i due Santi Gervaso e Protaso. In giro S • PROTAXIVS S • GERVAXIVS.

R/ — S • AMBROXIVS • S. Ambrogio in piedi fra due pianticelle, mitrato e nimbato, colla destra alzata in atto di benedire e il pastorale nella sinistra.

Coll. Verri. Oro R.8 L. 2000.

Nelle Monete di Milano, abbiamo pubblicato tre esemplari di questo fiorino d’oro, i soli conosciuti, esistenti nelle Collezioni di Brera, di Torino e Verri. Il fiorino variante, che descriviamo ora, non è già un nuovo esemplare venuto testè alla luce, ma è ancora quello della Collezione Verri, nel quale, attentamente esaminato, abbiamo riscontrato la variante protaxivs, gervaxivs, ambroxivs invece di protasivs, gervasivs, ambrosivs, variante che ci era allora sfuggita, e di cui crediamo giusto di tener conto, trattandosi di una moneta di tanta rarità, — Aggiungeremo poi che il peso abbondante di gr. 3.550, che troviamo nell’esemplare Verri, è forse una delle ragioni che spiegano l’estrema rarità di questo pezzo, che pure deve essere stato coniato in abbondanza. 11 titolo finissimo e il peso talora eccedente furono certo la causa che condusse la quasi totalità di questi fiorini al crogiuolo.

2. Ambrosino (gr. 2.850). — Var. n. 2.

D/ — MEDIOLANV. Nel campo, in un circolo perlato, Croce.

R/ — •SCS• •ABR• Il Santo seduto, senza nimbo, col pastorale nella sinistra, e la destra in atto di benedire.

Coll. Bertolotti. Arg. R. L. 2.

NB. In questa sola varietà dell’ambrosino vediamo il Santo senza nimbo.