Pagina:Rivista italiana di numismatica 1894.djvu/327

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

monete italiane inedite della raccolta papadopoli 309

incompleto. Esso non ha nome di principe nè di zecca e deve appartenere ai tempi in cui si combatteva con successo contro le armi saracene.


Rivista italiana di numismatica 1894 (page 327 A crop).jpg


2. — Rame, peso grammi 2,59.

D/ — Due figure di fronte sotto un palmizio.
R/ — Animale fantastico.

Il lavoro di questa moneta, che manca di ogni iscrizione, è abbastanza accurato e potrebbe appartenere alla zecca di Salerno, o di Messina o ad altra officina dei principi normanni. Infatti vediamo adoperata la palma sulle monete di Guglielmo II e rappresentati due principi, in posa simile a questa, nei ducati di Ruggero II e di Guglielmo I.


Rivista italiana di numismatica 1894 (page 327 B crop).jpg


3. — Rame, peso grammi 3,96.

D/ — Oggetto che può essere interpretato variamente, come una veste, od una sella da cavallo, od altro ancora sopra RV, a sinistra CA, a destra TA.
R/ — Principe in piedi, di faccia, cinto il capo di gemme, col manto e la spada snudata, a destra Croce.