Pagina:Rivista italiana di numismatica 1894.djvu/418

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
400 notizie varie


Ancora di Gerolamo Alberti, maestro di zecca. — Gli Associati della Rivista ricorderanno essersi prodotti nel fasc. III, anno 1889 alcuni documenti riflettenti l’attività in Ferrara, Parma e Milano, del maestro di zecca Girolamo Alberti.

Dal 1452 al 1464 non sapevamo altro aggiungere sul di lui conto biografico. Ora un Registro ducale dell’Archivio di Stato milanese1, ce lo prova nel 1458 in Milano e sempre al servizio sforzesco.

Sono mandati di pagamento, diretti da Cicco Simonetta, d’ordine del Duca a Zanino Barbato, cancelliere:

«Zanino. Vole el nostro Ill.mo S. che tu faci dare a Jeronimo Alberto da Yenetia M.ro da Ceccha, presente exhibitore quattro ducati, mettendoli per spesa consumata et facendolo expedire presto. Mediolani xxx aprilis 1458.


«Cichus

«de ducali mandato subscripsit».



Seguono, in data 25 maggio e 23 luglio d’egual anno, altri ordini di pagamento di ducati cinque per volta.

Il Cittadella poi2, prima di noi aveva pur ricordato Gerolimo de Alberto da Vienexia maistro de la cecha de Ferrara. In data 15 febbraio 14.... (pur troppo è taciuto il preciso anno!) egli somministrava del rame a Gasparino da Vicenza per gettare la campana della Cattedrale.


Un principe di casa Sforza collezionista di medaglie. — Alla Società nostra che s’onora di contare fra i suoi Socii S. A. R. il Principe di Napoli , appassionato numismatico, non riuscirà discaro apprendere che quattrocento e più anni fa, il giovinetto Galeazzo Maria Sforza faceva collezione di monete e gemme. Egli, dappoi duca di Milano, e per le splendide sue monete reso celebre, così

  1. Missive, n. 25, quinternetto in mezzo.
  2. Notizie relative a Ferrara, pag. 461.