Pagina:Rivista italiana di numismatica 1896.djvu/459

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
446 solone ambrosoli - di un singolare cavallotto, ecc.

signoria dal 1521 al 1528; la grida che dà il bando ai testoni bollati o contromarcati è del 1530.... Non vi è qui un ravvicinamento che dà da pensare?... Tanto più quando si osservi che Pier Luca, divenuto dal 1528 esclusivo signore di Crevacuore, vi fece poi battere testoni con un cavallo sciolto (o cavalcato da un uomo seminudo) i quali ricordano stranamente il rovescio dell’enigmatico testone IN LIBERTATE SVMVS?...

È vero che in altra grida poco anteriore di Milano, del 31 gennaio 1530, si accenna al bando delle "monete nove fabricate in le ceche forastiere» e fra queste "ceche forastiere„ si enumera anche Bellinzona1; ma nulla vieta che il bando si riferisca ad altre monete bellinzonesi le quali contraffacevano precisamente il tipo delle monete di Milano2.

Per conchiudere (se mi è lecito di esprimere una mia opinione personale, quantunque non suffragata di prove), io riterrei che il misterioso testone IN LIBERTATE SVMVS non sia stato battuto a Bellinzona, ma sia invece un’astutissima creazione della zecca di Crevacuore, sotto la signoria di Pier Luca Fieschi.

Milano, dicembre 1896.

Solone Ambrosoli.               



  1. Motta, Docum. visc.-sforzeschi, ecc. — (In Riv. It. di Num., Anno IX, 1896, fasc. II; — a pag. 247).
  2. Cfr. p. es. i nn. 13 e 17 della tav. XVI del Coraggioni.